LIBRI DA LEGGERE

Suggerimenti per la lettura, in continuo aggiornamento ...

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

invisibile.jpg

SCUOLA PRIMARIA

Invisibile. Una storia contro ogni bullismo

Questa storia comincia con un ragazzo che prende il suo zaino, scende le scale e si incammina verso scuola. Sarebbe potuto essere un venerdì come tanti, se non ci fosse stato il compito di matematica all'ultima ora. E se, in quell'occasione, il ragazzo avesse dato un'altra risposta forse le cose sarebbero andate diversamente. Ma quella risposta gli cambia la vita. Da un giorno all'altro, il suo mondo si popola di mostri: mostri che se ne vanno per poi tornare, mostri che feriscono, umiliano, sbeffeggiano. Mostri che guardano, che girano la testa dall'altra parte. Il ragazzo sente crescere dentro di sé la rabbia e l'odio, ma non sa come buttare fuori il fuoco che gli brucia dentro. Vorrebbe trasformarsi in un supereroe: come loro, vorrebbe avere un potere, un potere molto grande, capace di impedire che gli si faccia di nuovo del male. E alla fine quel potere lo trova. L'invisibilità. Un libro coinvolgente e indispensabile che incoraggia a fare un passo avanti per non ridurre nessuno a "invisibile".

Età di lettura: da 11 anni.

quattro bravi ragazzi.jpg

Quattro bravi ragazzi. Storie di ordinario bullismo

In una calda e sonnolenta primavera, una serie di morti sospette lascia la città incredula e addolorata. La prima vittima è Luca, un ragazzo di diciassette anni, che finisce sotto un treno. La sua morte sembra un terribile incidente, ma quando poco dopo anche il suo amico Marco viene trovato morto su una panchina come per effetto di un'overdose, e dopo qualche giorno anche un terzo amico dei due muore, il burbero commissario Amoruso, detto il Cerbero, decide di aprire le indagini. Cosa hanno in comune questi tre ragazzi? Chi può volerli morti? Amoruso, famoso per il suo fiuto e per il suo carattere irruento, brancola nel buio, ma intuisce che un assassino ha preso di mira il gruppetto e sta organizzando la sua vendetta. Quando qualcuno, però, fa sapere al commissario che quelli non erano dei bravi ragazzi, un terribile segreto viene a galla: sono stati loro a provocare la morte di Sofia, la ragazza più bella della scuola? Mentre il commissario Amoruso cerca di proteggere Gianni, l'ultima possibile vittima, l'indagine lascia affiorare a poco a poco una storia in cui segreti, rancore e violenza si intrecciano a un fenomeno pericoloso e quanto mai attuale: il bullismo.

il bullo innamorato.jpg

Il bullo innamorato

Il protagonista del romanzo è un adolescente, un bullo, e intorno a lui si muovono tanti altri ragazzi. Nel vivere l’adolescenza, i personaggi

intrecciano le loro vite in un’unica storia in cui si delineano i dubbi, le incertezze, le passioni e le contraddizioni tipici di questa età. L’amore per lo sport, praticato con costanza, fatica e disciplina, e l’instaurarsi di rapporti sani con i coetanei spingeranno il protagonista a cambiare. Proprio l’amore può trasformare e salvare chi aveva scelto la prepotenza come stile di vita.

• Focus Analcolico è molto più bello! (problematica dell’alcolismo giovanile).

• Focus Tira un calcio al bullismo (bullismo e sport).

• Attività di comprensione ispirate alla metodologia Invalsi.

• Caffè letterario.

una gatta in fuga.jpg

Una gatta in fuga

A Damasco, in una casa piena di libri, vive una gatta con i suoi quattro micini, ai quali insegna a capire il linguaggio degli umani. Un giorno un rumore assordante e spaventoso costringe tutti alla fuga. Una micina della cucciolata, che ancora non ha un nome, si trova persa mentre muri e tetti della città bombardata le si sbriciolano intorno. Mentre corre in cerca di riparo, si trova di fronte una bambina impaurita come lei, che subito la prende tra le braccia e se la mette vicino al cuore. È l'inizio di un'amicizia che neppure la guerra potrà mai più dividere.

Età di lettura: da 7 anni.

la_signora_bignè.jpg

La signora Bignè

Otello si diverte a inventare le storie delle persone che passano per la strada, immagina da dove vengono e dove stanno andando. Una mattina, davanti allo scalino su cui siede tutti i giorni, si ferma la tonda Signora Bignè. Un'amicizia tra torte e bauli pieni di sorprese, per capire che ciascuno, come il tè, è un'unica pianta con tanti sapori da scoprire!

Età di lettura: da 6 anni.

il bullismo spiegato ai bambini.jpg

Il bullismo spiegato ai bambini

Cyberbullismo. Le storie vere di chi lo

Da un po' di tempo Giorgio a scuola si atteggia da duro prendendosela con Marco, che ora a scuola non ci vuole più andare. Eppure nessuno dei due si era mai comportato in questo modo, anzi erano due bambini gentili e allegri. Ma grazie alla saggezza del giardiniere Alfredo (e alle sue funamboliche mele) i due capiscono che nulla è perduto...

Età di lettura: da 7 anni.

Cyberbullismo

Le storie vere di chi lo ha sconfitto

Il volume nasce dall’esperienza giornalistica di Luca Pagliari, che ha raccolto le storie di tanti ragazzi e ragazze vittime del cyberbullismo, una parola ormai entrata prepotentemente nel linguaggio comune.

Percorsi di vita che hanno avuto come sfondo il mondo della rete, storie spesso complicate e drammatiche che hanno distrutto famiglie e compromesso delicati equilibri psicologici, storie di vittime e di carnefici.

L’obiettivo di tali testimonianze è acquisire consapevolezza sul mondo del web e sulle insidie che nasconde, spesso invisibili e deleterie. Tutto può trasformarsi in trabocchetto: una foto postata con superficialità, una password condivisa con altri, una frase offensiva nei confronti di un compagno. Ciò non significa vivere con la paura di usare il proprio smartphone; la rete non è buona né cattiva, è semplicemente a nostra disposizione.

Il messaggio più importante del libro è far capire ai giovani cosa sia il dolore e quanto sia importante confidare il proprio disagio per poterlo superare.

scarpe verdi di invidia.jpg

Scarpe verdi d'invidia

bull over stop alla prepotenza.jpg

Una storia per dare un calcio al bullismo

Marco è un bambino di sette anni che si è appena trasferito in una città a 900 chilometri dal suo paesino di origine. Le cose però non stanno andando come vorrebbe lui: inserirsi in una classe di 22 bambini che si conoscono già da un anno non è affatto facile, soprattutto per colpa di due bulletti che lo prendono in giro per il suo accento. Persino le favolose scarpe verdi che papà gli regala per il compleanno non fanno che peggiorare la situazione, suscitando l'invidia degli altri! Per fortuna mamma, papà e una maestra molto intraprendente avranno una fantastica idea che cambierà tutto...

Età di lettura: da 6 anni.

Bull-over. Stop alla prepotenza

Patrizio Righero

Forte della sua esperienza con i giovani e reduce dal successo dei precedenti sussidi, l'autore propone un campo scuola su un problema quanto mai spinoso e attuale: il bullismo tra adolescenti. Durante una gita in montagna, una scolaresca rimane bloccata in una baita a causa di una copiosa nevicata. Isolati e senza la presenza degli adulti, i ragazzi si trovano inizialmente a riproporre le stesse dinamiche che emergono quotidianamente a scuola, con i due bulli della classe, Max e Barbara, che continuano a vessare le proprie vittime e a prevalere con prepotenza sul gruppo. Ma la necessità di cavarsela da soli provoca via via un avvicinamento reciproco, grazie alla condivisione di esperienze negative, come problemi familiari o relazionali, che accomunano tutti: bulli, vittime e spettatori. I ragazzi finiscono così per mettersi in discussione, fino a scoprire e attuare nuove modalità di relazione, che non passino per la violenza e la prevaricazione. Argomento di discussione ricorrente negli ambienti educativi, il tema del bullismo è sviluppato da un punto di vista diverso dal solito socio-pedagogico e con un approccio non esclusivamente psicologico: quello della fede cristiana. Seguendo la classica struttura a giornate, dopo le indicazioni rivolte agli educatori per la drammatizzazione che introduce l'episodio del giorno, ogni incontro è occasione per riflettere su una beatitudine, attraverso la presentazione di un brano evangelico, suggerimenti per le attività e spunti di riflessione.

ciripo-bulli-e-bulle.jpg

Ciripò, bulli e bulle

Bulle da morire copertina.jpg

Storie di bullismo e cyberbullismo

GIULIANA FRANCHINIGIUSEPPE MAIOLO

Il nostro Ciripò deve affrontare una nuova sfida: bulli e cyberbulli della rete. Favole che aiutano a crescere.
Le sfide da affrontare non mancano mai sulla rotta di Ciripò, il simpatico gattino che naviga a vista tra i mille scogli e le conquiste dell’età dello sviluppo. 
In questi tre nuovi racconti il micetto nero, affiancato per l’occasione dalla sorella Baffettina, sarà costretto ad affrontare segreti che possono diventare molto, molto pesanti e gli insidiosi pericoli nascosti dietro una delle più grandi risorse del nostro tempo: la navigazione in Internet.

Avventuratevi insieme ai due fratellini, ma senza timore! Al timone ci sono due nocchieri speciali. Giuseppe Maiolo e Giuliana Franchini, psicoterapeuti dell’età evolutiva, hanno creato per tutti noi una mappa semplice e accattivante per comprendere meglio e affrontare con solidi strumenti teorico-pratici i fenomeni del bullismo e del cyberbullismo.

BULLE DA MORIRE

“Bulle da morire” “Ho appena iniziato la mia prima estate dopo la prima liceo… Mi rendo conto solo ora di aver sbagliato tutto.” Primo anno di liceo. Stefania e Giada sono migliori amiche e compagne di banco da sempre. Giada è una ragazza mite, introversa, amante della natura, che adora passare il tempo libero in campagna, nella stalla di suo nonno. Forse è per questo che Eli e Bea, considerate le più belle della scuola, iniziano a prenderla in giro e a emarginarla. Stefania se ne rende conto, si sente in colpa nei confronti dell’amica ma non vuole essere tagliata fuori dal gruppo. Così decide di ubbidire alle due “cattive” e di ignorare Giada. Una scelta che la tormenta, una scelta quasi obbligata. Stefania entra a far parte del trio insieme a Eli e a Bea, inizia a truccarsi, a postare selfie ammiccanti sui social e si trasforma giorno dopo giorno in un clone delle due bulle. Finché una sera, in discoteca, la situazione precipita…

Età di lettura: da 11 anni​

PRONTO? SONO IL LIBROFONINO

Pronto sono il librofonino copertina .jp

Una email misteriosa avverte la giovane Biancaneve: la Regina, gelosa della popolarità della figliastra, ha deciso di farla uccidere. Inizia così un’avventurosa fiaba alla scoperta delle opportunità e delle insidie del mondo di internet, tra colpi di scena e nuove tecnologie. Uno specchio magico che somiglia molto a un tablet, un cacciatore dotato di GPS, sette nani che lavorano in una miniera di silicio, una chiavetta USB contenente un virus informatico, un sito internet che vende torte avvelenate… Ci sono tutti gli ingredienti della più classica delle fiabe, rivisitati in chiave contemporanea in un racconto ironico e avventuroso, per capire come funzionano gli strumenti tecnologici che usiamo ogni giorno e scoprire il bello e il brutto del mondo del web.

Età di lettura: da 8 anni

HANNO TAGGATO BIANCANEVE

Pronto? Sono il librofonino - Un cellulare racconta storie di smombies, smartphones e cyber-bulli, di Roberto Alborghetti (Autore), Eleonora Moretti (Autore), ed. I Quindici

Un cellulare racconta, in "prima persona", storie di smombies, smartphones e cyber-bulli. Accade tra le pagine di "Pronto? Sono il librofonino", un fanta-racconto, sull'oggetto più amato e non odiato delle nuove generazioni, quelle dei cosiddetti nativi digitali: il cellulare. Protagonista è proprio il "telefonino" che, nelle mani di Ale (Alessandro), capta e documenta, con ironia, distacco e disincanto, i cambiamenti che smartphones e tablets hanno prodotto (e continuano a produrre) nella vita dei ragazzi, anche nel rapporto con i genitori, con la cerchia dei compagni e nei rapporti con la società. e con se stessi.

Età di lettura: da 7 anni

hanno-taggato-biancaneve.jpg
la guerra dei like_.jpg

L’autrice è Alessia Cruciani, giornalista molto attenta alle vicende dei più giovani. A questo libro hanno collaborato anche il celebre Youtuber Daniele Doesn’t Matter e la Polizia Postale, che ha riferito molti casi reali di cyberbullismo che hanno ispirato la vicenda.

LA TRAMA: Cristiana Saitta frequenta la 3ªC della scuola media Matteotti di Milano. Adora cucinare torte e ha un sogno: entrare alla Scuola di Ballo della Scala. È dolce, buona, bella. Ruggero Rettagono frequenta la 3ªB della stessa scuola. È magrolino, ha un gran senso dell’umorismo, è il più basso della classe e colleziona i voti più alti. Per la Divina Faina e il suo gruppetto di Adulatrici Cospiratrici dai lunghi capelli e i vestiti firmati, Cristiana ha la terribile colpa di piacere al ragazzo più bello della scuola. E per questo va punita. Da allora diventa “Saittastaizitta”, quella con più pancia che seno. Per i bulli della 3ªB Ruggero è troppo intelligente e piace troppo ai professori: così l’arrogante GTA e la gang dei Fulminati Spettinati lo trasformano in “Ruggero Gattonero”, il portasfiga della Matteotti. Per Cri e Rug la scuola si trasforma in un inferno e ogni notifica sul telefonino in un incubo. Basta un attimo per rovinare la vita di qualcuno. E ci vuole tutta la forza del mondo per riuscire a reagire.
Età di lettura: da 12 anni​

LA GUERRA DEI LIKE